Logo
  Articoli     
             
 
Log in
Login
Password
Memorizza i tuoi dati:

Orario


Meteo



I nostri preferiti
Motounoacinque (16744)
Freeforumzone (10372)
Rgevolution (9917)
Rcgroups (9632)
Motosrc (5956)
Motoradiocomandate (5942)
Mcs80 (4743)
Dmrracing (4498)
Rcbike (3964)

 
16-17 Aprile 2016 Trofeo Nuova Faor Melzo (MI)
Inserito il 05 maggio 2016 alle 17:35:15 da trdmoto.

16-17 Aprile 2016 Trofeo Nuova Faor Melzo (MI)

17 aprile 2016

MELZO

Tre giorni tutto d’un fiato, anche se ormai il livello è altissimo, tornare per un fine settimana, facendo tanti chilometri, su un tracciato bello come Melzo, mi ha caricato come non mi succedeva da tempo. L’emozione della parabolica a fine rettilineo, con ripresa del gas a manetta, per poi frenare al tornante, non la dimenticherò tanto facilmente. Eh sì, guidare la moto 1/5 dà delle gran belle emozioni, e alla fine è questo quello che conta.

Eravamo in pista già il venerdì, insieme ad un gruppo con macchine 1/5 scoppio, nessun problema, a turno si provavano anche le moto, Molinari, Abbrescia, Pantovic ed io, così la giornata soleggiata e tiepida ci accoglieva per i primi giri su questa bellissima pista, veloce e tecnica insieme. Molinari dimostrava fin dalle prime battute a che livello ritrovavo le moto lasciate qualche tempo fa: pieghe sempre più accentuate, gomme più performanti e stabilità incredibili, tanto che quando ho saputo che guidava una stock il mio stupore fu ancora più grande.

Al mattino di sabato il primo ad arrivare è stato uno “sconosciuto”, mi sembra si chiami Simone Nascosti, con gli occhi arrossati e non in perfetta forma a causa di una notte in parte insonne, ma come vedremo si riprenderà in fretta. Pian piano sono arrivati quasi tutti gli iscritti, compresi i piloti Nuova Faor. Il sabato trascorre tranquillo e tutti hanno modo di provare a sufficienza il tracciato e poter fare di conseguenza i set up appropriati per il giorno successivo.

La giornata non è caldissima e le gomme hanno difficoltà ad arrivare in temperatura, verso sera ci si appresta a svolgere la prima qualifica; i piloti più forti subito si mettono in evidenza. Siamo in 5 per lo scoppio, 9 per le superbike e 8 per lo stock. Non siamo tantissimi ma siamo un bel gruppo affiatato.

Domenica mattina tutti in pista di buon’ora, si capisce subito che il sole farà fatica a districarsi dalle nuvole, anzi per il pomeriggio, le previsioni sono per la pioggia. Quasi tutti siamo concordi per partire subito e finire la competizione prima di pranzo.

Circa alle 9 e 30 iniziano le due batterie rimanenti di qualifica, in ogni categoria i migliori si fanno subito notare guidando in modo preciso, veloce ed impeccabile, dando distacchi sensibili alle moto in coda alla classifica: l’allenamento, la preparazione e l’esperienza si fanno sentire e fanno la differenza.

Scorrono così anche le tre batterie da 10 minuti della gara, per le tre categorie alternate: stock, superbike e scoppio. Marco Verna fa vedere fin dalla prima manche che sarà lui l’uomo da battere, con la sua moto auto costruita “Panter”, preparata molto bene inanella giri su giri velocissimi, quasi da fare invidia alle superbike, anzi senza il quasi. Tramelli, pur molto veloce e bravo, fa fatica nel cercare di contendere il primato della gara e alla fine si arrende con onore. Il pilota straniero Pantovic si mette in evidenza e si inserisce fra i due.

Nella superbike è lotta serrata fra Nascosti e Repetati che guidano come due marziani per tutte e tre le batterie, si contendono la gara sino alla fine con una bellissima lotta. Il giovane scudiero R.G. fa il suo dovere arrivando terzo e mostrando doti di guida invidiabili per la sua giovane età, potrà solamente crescere. Lopez, presente con la Nuova Faor, pur con una moto velocissima, e sulle sue doti di guida non si discute, soffre di una messa a punto non ineccepibile, che in gara lo terrà lontano dalle posizioni di vertice nelle quali è abituato a stare.

Veniamo allo scoppio, 5 piloti in tutto: Giovannini, Ciccacci, Musacchio, Cavallari e un bentornato Pasquino. Fin dalla prima batteria i giochi li conduce il pilota ufficiale R.G. con una moto che va “fin troppo bene”, girando in tempi da moto elettrica. Ciccacci cerca di non farsi distanziare troppo, ma solamente qualche errore di Giovannini gli permette di restare sotto il giro di distacco.

Dietro un bravo Musacchio cerca di contenere il distacco dai primi due, e per un po’ ci riesce, ma alla fine comincia a fare qualche errore di guida e, tra un recupero e l’altro, perde la concentrazione e il passo. Quarto posto per Cavallari, con qualche problema meccanico che lo rallenta e non gli permette di esprimersi come lui sa fare. Ultimo Pasquino che non riesce a trovare una messa a punto tale da avere una guida regolare, con grossi problemi di grip al posteriore.

All’una circa finisce la gara, con qualche goccia di pioggia, come da previsioni. Tutti a pranzo con la buona salamella preparata dagli organizzatori e subito dopo le premiazioni e le foto di rito, visibili sul sito della pista di Melzo assieme ai risultati.

All’atto dell’iscrizione viene donato un omaggio, molto gradito, da parte della Nuova Faor.

Grazie per l’attenzione e buon proseguimento a tutti.

Moreno BENVENUTO

FOTO DI GRUPPO

PODIO STOCKBICHE

GRUPPO STOCKBIKE

GRUPPO SUPERBIKE

GRUPPO NITROBIKE

 


 
Iscritti
 Utenti: 485
Ultimo iscritto : Vernonsquiz
Lista iscritti

Eventi
<
Marzo
>
L M M G V S D
01 02 03 04 05 06 07
08 09 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 -- -- -- --


Top - Siti web

Visitatori
Visitatori Correnti : 7
Membri : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Contatore

Versioni
EN
ES
Versione Italiana

Vetrina SHOP

 
 © Ghigo 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.4 derivato da ASP-Nuke v1.2
Questa pagina è stata eseguita in 0,3984375secondi.
Versione stampabile Versione stampabile